MENTA

MENTA

Pianta aromatizzante e medicinale

Oggi la menta è ampiamente utilizzata in piatti dolci e salati, in pasticceria e per le tisane dissetanti. Nel Regno Unito la salsa o la gelatina di menta accompagna l’agnello arrosto, in Grecia si aggiunge a piatti a base di yogurt come lo tzatziki, in India le foglie tritate alle insalate come il tabboulleh. In tutto il Medio Oriente si consuma il tè di menta. 

E’ una pianta originaria dell’Asia da dove si è diffusa in Europa attraverso il Nord Africa mentre ora è coltivata praticamente in tutto il mondo. Tracce di menta sono state trovate in una tomba egizia al 1330 a.C, mentre i Greci la utilizzavano per pulire i tavoli sui quali appoggiavano le vivande i Romani la usavano per aromatizzare i cibi e stimolare l’appetito.

Prende il nome da una ninfa dei fiumi, Myntha che secondo la leggenda greca fu trasformata in pianta da Persefone, regina degli inferi, dopo aver scoperto che era l’amante del marito Ade che non riuscendo a rompere l’incantesimo infuse nella pianta un aroma che gliel’avrebbe fatta ricordare per sempre.

In Natura esistono più di 25 specie diverse di menta. La  più usata in cucina è la Mentha spicata o mentastro mentre la menta piperita che appartiene alla stessa famiglia ha un sapore e un profumo più intenso.

In pasticceria è utilizzata per la preparazione di liquori, sciroppi, caramelle, pasticcini, torte, salse di pasticceria, gelati.





Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *